DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di inserimento deve essere inoltrata all’ASL 1 Imperiese c/o il direttore di U.O Disabili firmata dal Genitore/Tutore/Amministratore di sostegno allegando la richiesta di inserimento del medico curante, con descrizione della patologia, su ricettario regionale.

La richiesta verrà vagliata dalla direzione Anffas avvalendosi delle figure professionali competenti per stabilire l’idoneità del soggetto all’inserimento.

 

REQUISITI DI ACCESSO

I seguenti requisiti vanno valutati come prioritari:

  1. assenza di ambedue i genitori;
  2. assenza di un genitore;
  3. incapacità di svolgere la funzione genitoriale per anzianità o malattia;
  4. condizioni sociali, ambientali e relazionali familiari gravi;

 CORREDO PERSONALE E ARREDAMENTO

Ogni ospite, al momento del suo ingresso, deve portare un corredo personale in ottimo stato, da rinnovare periodicamente, sia in funzione del suo consumo che dell’alternarsi delle stagioni; il rinnovo – sulla base delle necessità e dei tempi segnalati dal Coordinatore – è a carico dei familiari o del tutore. Il corredo sarà inventariato e affidato stabilmente al personale di assistenza.

Gli ospiti possono anche contribuire all’arredamento della propria camera e/o della struttura in genere, nel rispetto dell’armonia della stessa

METODO DI LAVORO

La comunità famigliare “Dopo di Noi”  ha come obiettivo il creare un ambiente accogliente che consente di dare continuità alle abitudini di vita degli ospiti.

E’ prevista la stesura di “progetti di vita individualizzati” che tengano conto delle caratteristiche psicofisiche, dei bisogni e del livello di autosufficienza. Viene garantita:

  • assistenza alla persona;
  • cure mediche e sanitarie;
  • attività educative indirizzate all’autonomia personale;
  • continuità dell’assistenza riabilitativa e di mantenimento, da effettuarsi con le risorse del Sistema Sanitario Nazionale;
  • attività di socializzazione e di inserimento sociale coinvolgendo le risorse del territorio;
  • ove è possibile vengono intrapresi percorsi di borsa lavoro.

 

          E’ prevista inoltre la stesura di una cartella sanitaria aggiornata dall’infermiere di struttura.

Gli operatori si avvalgono di un quaderno delle consegne per il passaggio delle informazioni ed un programma settimanale stabilito secondo le esigenze individuali e di gruppo degli utenti e dell’organizzazione.

Tutte le attività vengono svolte dall’utenza con il supporto degli operatori e dove auspicabile, vengono stimolate le relazioni con amici e volontari per creare un ambiente ricco, individualizzato e una maggiore integrazione sociale.

 

INCONTRI CON I FAMILIARI

Massima cura va posta nel mantenere costanti rapporti tra gli ospiti e le figure parentali e amicali.

Le visite sono concordate con il Coordinatore di struttura nel rispetto della programmazione delle attività degli ospiti.

La tendenza è quella di coinvolgere  parenti ed amici in attività ricreative e, dove è possibile, creare associazionismo.

 

DIMISSIONI

L’eventuale dimissione dell’ospite dalla struttura residenziale, sia per rinuncia che per mutate necessità sanitarie che esigono una diversa tutela, dovrà essere discussa e concordata tra la Struttura Associativa, la famiglia ed i servizi territoriali di competenza.